Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

CONCLUSIONE ATTIVITA’ DIDATTICA A.S. 2019/20: LETTERA APERTA

Circolare N°: 
1923
Data di emissione: 
05/06/2020

ISTITUTO COMPRENSIVO 2°-DATI

Scuola ad indirizzo musicale

Via Promiscua n° 1-Boscoreale -Tel. 081/2774659 - - C.F. 90078330637

Email: naic8d300v@istruzione.it; naic8d300v@pec.istruzione.it;

sito web: www.ic2datiboscoreale.gov.it

 

                                                                         Boscoreale, 05/06/2020

                                              

A TUTTA LA COMUNITA’ SCOLASTICA

Dell’I.C. 2 DATI

ATTI

 

OGGETTO: CONCLUSIONE ATTIVITA’ DIDATTICA A.S. 2019/20: LETTERA APERTA 

 

Ci avviamo alla conclusione di questo anno scolastico così particolare e diverso dagli altri per tutto quanto si è verificato a causa dell’emergenza da COVID-19.

La maggior parte degli alunni termina oggi l’anno scolastico, restano ancora le attività a distanza per i piccoli della scuola dell’infanzia e i colloqui orali in modalità remota, in sostituzione del classico esame conclusivo del percorso triennale della scuola secondaria di 1^ grado per gli alunni delle classi terze della scuola secondaria.

Un anno che ci ha visti impegnati con la Didattica a Distanza allorchè dal 04 marzo un decreto del presidente del Consiglio dei Ministri sospese le attività didattiche in presenza causa emergenza sanitaria.

Abbiamo tutti sperato si trattasse di un breve periodo ma così non è stato.

Siamo stati tutti chiamati ad affrontare con grande responsabilità e senso civico quanto accaduto ed a svolgere il nostro compito educativo e formativo “a distanza”: un modo nuovo e tutto da sperimentare; è stato più che mai necessaria una forte sinergia scuola-famiglia affinché, nonostante le difficoltà, tutto potesse evolversi in meglio e risolversi in positivo.

Voglio pertanto, a conclusione di un percorso di Didattica a Distanza, durato ben tre mesi, dire “Grazie” ad ognuno di voi per come ha affrontato e gestito questa nuova modalità di lavoro, di insegnamento e di apprendimento.

Grazie a voi ragazzi, dai più piccoli ai più grandi, a quanti di voi hanno seguito regolarmente, con più o meno difficoltà oggettive legate a diversi fattori non dipendenti dalla vostra volontà, le attività restando collegati con i vostri insegnanti e attivandovi in ogni modo pur di svolgere il vostro compito. Un grazie particolare va a tutti gli alunni che oltre alle lezioni curriculari hanno partecipato anche ad attività di potenziamento a distanza.

So bene che vi è mancato vivere la quotidianità con i vostri insegnanti e con i vostri compagni, “studiare a distanza” non è “andare a scuola, è mancato a voi, ai vostri insegnanti e a tutti noi vedervi ogni giorno nelle aule, vivere le emozioni e le esperienze da fare insieme al di fuori delle aule, quali viaggi e visite guidate conclusive di percorsi didattici. La Didattica a Distanza è andata bene per l’emergenza, il mio augurio è di rivedervi e riabbracciarvi all’inizio del nuovo anno.

Grazie a voi genitori, in particolare quelli degli alunni più piccoli, vi abbiamo affidato i “nostri bambini” e voi, senza molte scelte, avete accettato di accompagnarli e seguirli in questi lunghi giorni, trasformando le vostre cucine in aule, anche virtuali.

Grazie perché ogni giorno avete inviato immagini di quaderni con lavori molto curati, video e filmati.

Avete toccato con mano quello che succede quotidianamente a scuola (la costante difficoltà a far acquisire conoscenze e abilità, a rendere le lezioni accattivanti ma anche a reagire  quando i ragazzini “vorrebbero fare altro”; e poi divertire, interessare, valutare, mantenere la concentrazione costante, e soprattutto: responsabilizzare, invitando i vostri figli a seguire in orario le attività on line, ad utilizzare in maniera adeguata il registro elettronico e le diverse piattaforme on line . 

Lavoro non certo facile ma che voi avete egregiamente affrontato per questi lunghi tre mesi.

Un grazie particolare a voi insegnanti che vi siete subito messi all’opera “trasferendo” un pezzetto di scuola nelle vostre case e in quelle degli alunni. Avete lavorato   da casa, trascorrendo ore e ore al telefono con i colleghi, programmando le lezioni in un tempo che è sembrato sospeso, lontano dai vostri alunni. Avete cercato di proporre il miglior metodo possibile, tale da arrivare in tutte le case, e a tutti gli alunni, senza escludere nessuno.

Avete inviato compiti, videolezioni, note audio, avete fatto lezioni in diretta, in videoconferenza, vi siete “aggiornati e formati” nell’utilizzo delle tecnologie digitali per non far mancare anche a distanza la vostra presenza e i vostri insegnamenti a ognuno dei vostri alunni.

Avete lavorato a distanza per far comprendere ai ragazzi che la scuola è di sostanziale importanza per costruire il loro futuro e per la loro formazione culturale, anche se l’erogazione della didattica è avvenuta in formato digitale e su piattaforma.

Avete mantenuto vivo i rapporti con le famiglie cooperando a concretizzare un clima di vicendevole fiducia e di fattivo sostegno, agevolando, là dove è stato possibile, i momenti di incontro, in classe virtuale.

Grazie  al Dsga  e agli  Assistenti Amministrativi per essersi immediatamente adattati a lavorare in remoto ed a gestire una complessità resa più difficile dalla “non presenza” in ufficio e che, anche quando hanno lavorato da casa  in “smart working” non hanno mai fatto mancare il loro supporto tecnico e tecnologico, lavorando e intervenendo in qualsiasi giorno della settimana e in qualsiasi orario, per far sì che le tante richieste di “aiuto” provenienti da docenti o genitori fossero risolte a beneficio della didattica e della possibilità di fruizione delle attività.

Grazie ai Collaboratori scolastici, che si sono alternati, anche nei giorni più difficili, assicurando la loro presenza in ufficio e nei plessi per le attività indifferibili da svolgere necessariamente in presenza.

Tutti siamo stati messi di fronte ad una sfida difficile che nessuno di noi si sarebbe mai aspettato, ma grazie alla nostra unione abbiamo resistito e ne stiamo venendo fuori. E stato un “lavorare insieme” pur restando distanti, è stato un lavoro di squadra che sicuramente ha dato e darà i suoi frutti.

Ora però auguro a voi tutti e a me stessa di terminare serenamente questo anno scolastico, nei modi previsti dalla situazione di emergenza che ancora viviamo ma di ritrovarci e poter rientrare tutti in presenza in aula il prossimo anno scolastico, ricominciare il nuovo anno facendo tesoro dell’esperienza vissuta e con la consapevolezza che insieme e uniti si possono affrontare anche le situazioni più difficili.

Auspico per tutti una scuola reale basata sul rapporto umano, ciò che è servito in un momento di emergenza, come la didattica a distanza, non può e non deve diventare la normalità perché questa modalità di relazione non è reale.

 

 Con stima e affetto!

La vostra dirigente
     Pasqualina Del Sorbo

AllegatoDimensione
PDF icon 2019-2020-lettera-aperta-fine-anno.pdf343.35 KB

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.43 del 24/02/2016 agg.17/09/2016